logo il social area2 area3

Focus

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: L’orologio che cambiò il significato del tempo

L’orologio che cambiò il significato del tempo 1 Anno 8 Mesi fa #1822

L’orologio che cambiò il significato del tempo
Chi l’avrebbe mai detto che semplici ingranaggi avrebbero potuto cambiare il significato del tempo…
Nel cuore ella città di Berna è collocato lo Zytglogge la torre dell’orologio, monumento che nel corso degli ultimi anni ha acquistato moltissima fama. Lo scoccare di ogni ora è diventato di fatti un appuntamento fisso per i turisti che visitano la città. Costruito agli inizi del 1200, nel corso dei secoli è stato torre di guardia, prigione e memoriale. Il suo aspetto esteriore attuale lo deve però al rinnovamento del 1770. Alta complessivamente 54 metri, la Torre dell’orologio ha una pianta rettangolare e un orologio astronomico a aggiunto nel 1530 che mostra l’ora, il giorno della settimana, del mese, il mese stesso, lo zodiaco e la fase lunare. Su di esso sono presenti varie figure che cominciano a muoversi 4 minuti prima dello cambio dell’ora. Tra le tante figure vi è un bellissimo gallo dorato che canta tre volte, l’uomo che gira la clessidra e Hans von Thann, la figura cavalleresca in cima alla torre i cui colpi di martello marcano il tempo. Non mancano anche piccoli Orsi, che indossano i colori di Berna, aggiunti nel 1610 a simboleggiare il potere della città. A presiedere il passare del tempo all’interno della torre vi è Markus Marti. Il sessantanovenne ogni giorno da oltre 35 anni si assicura che l’orologio bernese funzioni correttamente. Spesso e volentieri parla dell’orologio come una donna , in effetti quella che si è instaurata fra l’orologio e Mark potrebbe essere una relazione platonica. Lo scorso anno ha pubblicato persino un libro descrivendolo in ogni suo dettaglio. “il tempo stesso, si sente, potrebbe vivere qui…” afferma frequentemente. Il signor Marti possiede dunque una grande responsabilità in qualità di “governatore del tempo".
Lo Zytglogge sembra perciò stregare chiunque lo incroci con lo sguardo. Si racconta che Albert Einstein una sera del lontano maggio 1905 ,confuso da un paradosso scientifico, quando alzò lo sguardo verso la torre fu assalito da un’immagine.
Era seduto nel tram e immaginò cosa sarebbe accaduto se quel tram fosse schizzato via, allontanandosi dall’orologio alla velocità della luce. Si rese conto che l’orologio della torre gli sarebbe apparso fermo, perché la luce non avrebbe raggiunto il tram, mentre quello che aveva al polso avrebbe continuato a ticchettare normalmente. Sei settimane più tardi, ha finito un documento che delinea una "teoria della relatività" riguardo lo spazio-tempo, come lo chiamava lui, l'energia, la gravità e l’interazione fra le stelle e corpi celesti . Quando Markus è venuto a conoscenza di ciò, trascorse l’intero pomeriggio nel museo dedicato al fisico ascoltando un video di spiegazione delle sue teorie. Gli sembrava incredibile che un orologio dai semplici ingranaggi aveva influenzato la mente di uno degli uomini più brillanti del mondo. Quando il giorno seguente tornò a lavoro, racconta Mark, si fermò qualche secondo ad osservare la torre e chiudendo gli occhi aggiunse: “il tempo, ora posso sentirlo, è relativo...”.
Allegati:
  • MATTIA_G99
  • Avatar di MATTIA_G99
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.551 secondi

Background Image

Header Color

:

Content Color

: