logo il social area2 area3

Focus

SVELIAMOCI: issiamo le vele affinché sia svelato il reale volto di Scampia

“NEWS CONTRO LA MAFIA. Apri la finestra della tua città e raccontaci dove vedi la mafia, l’illegalità e le ingiustizie.” E’ questo il tiolo del concorso giornalistico per le scuole “GIUSEPPE FAVA”, la cui premiazione si è tenuta martedì 3 giugno presso il MIUR. La commissione esaminatrice del concorso, inoltre, ha deciso di assegnare una menzione speciale a “Sveliamoci” del Liceo Elsa Morante di Napoli, del cui istituto lo studente Giuseppe Savona ha scritto una lettera al Ministro. Le parole dello studente “svelano” la parte innocente e pura del quartiere di Scampia, al cui nome spesso, o quasi sempre, sono collegate solo immagini negative legate alla camorra, alla droga e a giovani senza futuro.

 

Egregio Signor Ministro

Mi chiamo Giuseppe Savona e frequento il secondo anno di scienze umane del Liceo Elsa Morante di Napoli. Questo concorso oltre ad aver dato a me e ai compagni che rappresento l’opportunità di esprimerci attraverso questo lavoro di immagini e parole, mi ha dato anche la possibilità di riflettere e di scriverLe questa lettera.

Noi ragazzi napoletani e in particolar modo noi ragazzi di Scampia, nasciamo e viviamo con un marchio indelebile stampato addosso. La nostra immagine appare filtrata attraverso un pregiudizio difficile da cancellare: se nasci a Scampia, devi essere inevitabilmente un malavitoso. Ma io sono di Scampia. Sì, proprio di quel quartiere il cui nome troppo spesso fa rabbrividire, costantemente ricordato solo per la camorra, lo spaccio di droga, i tossicodipendenti e i giovani senza futuro. Ma io Le posso raccontare di un’altra   Scampia, viva, pulsante, ricca di persone desiderose di continuare e  soprattutto di continuare nel proprio  quartiere. Oltre la droga, oltre al camorrista che impone la sua legge, ci sono persone che dicono   basta, ma senza proclami e slogan ad effetto, bensì attraverso l’azione e l’impegno.  Ma questa gente, ahimè non fa  notizia: è più intrigante riempire le pagine dei giornali di morti ammazzati piuttosto che parlare di chi quotidianamente sta costruendo una nuova identità in questi luoghi deturpati sì dalla camorra ma soprattutto dall’abbandono dall’isolamento e dal fatidico “marchio”. Le vele compaiono in tv solamente come immagine negativa, un girone dell’Inferno, dove tossici senza meta girovagano privi di futuro e nessuno è interessato a far conoscere l’altra realtà quella fatta di migliaia di giovani come me che ogni giorno lavorano per  costruire e costruirsi un futuro.

Nessuno parla di ragazzi come me che, ogni giorno raduno gioia e sorrisi di decine di bambini con la mia attività di allenatore di calcio. Loro sognano, sognano di diventare grandi come i loro idoli, qualcuno riuscirà a emergere, qualcun altro no ma di sicuro negli occhi di quei piccoli c’è la forza del desiderio che nessuno ha il diritto di spegnere. Ed è proprio lo sguardo gioioso di questi bambini che mi da la carica che mi spinge a non abbandonare mai il mio impegno .

Sveliamoci è il titolo del nostro Spot e non significa andiamo via dalle Vele, non significa abbandoniamo il viaggio bensì issiamo le vele affinché sia svelato il reale volto di Scampia.

 

Napoli, 3 giugno 2014                                                    

Giuseppe Savona, Liceo Elsa Morante Napoli

You have no rights to post comments

Background Image

Header Color

:

Content Color

: